E-commerce in italia: dati da apporre sul sito web

Gli e-commerce che decidono di svolgere l’attività di compravendita in Italia devono soddisfare alcuni requisiti stabiliti per legge. In questo articolo tratteremo principalmente i dati che sono da mostrare obbligatoriamente sul proprio sito web.

A seconda del tipo di azienda e del tipo di attività alcuni dati potrebbero essere obbligatori o meno, per maggiori dettagli sarebbe opportuno controllare gli articoli di legge che trattano questo argomento. In particolare è molto importante il decreto legislativo 70 del 2003, il quale ha come finalità la promozione della libera circolazione dei servizi della socità dell’informazione, fra i quali il commercio elettronico. Naturalmente, oltre questo decreto, ci sono diverse norme alle quali fare riferimento, per non cadere in errore vi cosigliamo di contattare un buon commercialista e di richiedere informazioni alla camera di commercio e al comune nel quale l’azienda è registrata.

In riferimento all’articolo 7 del decreto legge appena citato devono essere mostate sulla pagina web, o comunque devono essere facilmente accessibili, le seguenti informazioni:

  • il nome, la denominazione o la ragione sociale;
  • il domicilio o la sede legale;
  • gli estremi che permettono di contattare rapidamente il prestatore e di comunicare direttamente ed efficacemente con lo stesso, compreso l’indirizzo di posta elettronica;
  • il numero di iscrizione al repertorio delle attivita’ economiche, REA, o al registro delle imprese;
  • gli elementi di individuazione, nonche’ gli estremi della competente autorita’ di vigilanza qualora un’attivita’ sia soggetta a concessione, licenza od autorizzazione;
  • Per quanto riguarda le professioni regolamentate:
    • l’ordine professionale o istituzione analoga, presso cui il prestatore sia iscritto e il numero di iscrizione;
    • il titolo professionale e lo Stato membro in cui e’ stato rilasciato;
    • il riferimento alle norme professionali e agli eventuali codici di condotta vigenti nello Stato membro di stabilimento e le modalita’ di consultazione dei medesimi;
  • il numero della partita IVA o altro numero di identificazione considerato equivalente nello Stato membro, qualora il prestatore eserciti un’attivita’ soggetta ad imposta;
  • l’indicazione in modo chiaro ed inequivocabile dei prezzi e delle tariffe dei diversi servizi della societa’ dell’informazione forniti, evidenziando se comprendono le imposte, i costi di consegna ed altri elementi aggiuntivi da specificare;
  • l’indicazione delle attivita’ consentite al consumatore e al destinatario del servizio e gli estremi del contratto qualora un’attivita’ sia soggetta ad autorizzazione o l’oggetto della prestazione sia fornito sulla base di un contratto di licenza d’uso.

Questo è quanto riporta la normativa. Come detto prima, alcuni dati non sono obbligatori per tutte le tipologie di aziende, mentre per altre andrebbero approfonditi altri aspetti. In tutti i casi, anche se limitatamente alla sola pubblicizzazione dei propri articoli venduti poi in un negozio fisico e non tramite servizio informatico, deve essere sempre indicato il numero della partita IVA (o un suo equivalente).

In conclusione è bene ricordare che per ogni negozio, anche se online, devono essere rispettate determinate norme in relazione alla garanzia da fornire ai clienti, al diritto di recesso e alle controversie.
Questo discorso è valido per quei negozi che hanno già svolto tutte le pratiche per essere definiti tali e che hanno deciso di intraprendere il commercio elettronico, diretto o indiretto che sia. La differenza tra questi ultimi due sta che il primo si riferisce a quei beni e servizi che possono essere venduti esclusivamente per mezzo di sistemi informatici e della rete, la seconda a tutte quelle compravendite che utilizzano il commerico elettronico, l’e-commerce, solo come mezzo per la propria attività.

Per sapere come integrare queste informazioni nel vostro negozio Magento, modificarle o creare delle pagine apposite per informare i vostri clienti continuate a seguire il nostro blog!

Tagged , , ,

One thought on “E-commerce in italia: dati da apporre sul sito web

  1. Eleonora Morotti ha detto:

    Salve,
    Sono Eleonora Morotti e lavoro per una società di e-commerce Sunmarket Srl. La società si occupa della gestione e vendita di prodotti food e no food.
    Per quanto riguarda la Normativa italiana rigurdante la vendita dei prodotti, si fa spesso riferimento all’esposizione chiara dei prezzi. Perfetto, ma volevo capire fino a che precisione dobbiamo spingerci. Per esempio per tutti i prodotti a peso variabile chiaramente abbiamo espresso prezzo e prezzo al kg, ma per i prodotti confezionati, come vino, yogurt, prodotti in scatola,… è obbligatorio sul nostro sito web l’esposizione del prezzo al Kg come si vede nelle etichette dei supermercati?
    Grazie,
    saluti,
    E.M.
    Sunmarket

Comments are closed.